Archivi categoria: Uncategorized

Prima dell’inverno

Originally posted on All'orizzonte prendo figura:
C’era questa ragazza, che aveva una parola buona per tutti. Mi verrebbe da aggiungere una ragazza solare, se la circostanza non ripugnasse la mia sensibilità e non offendesse la sua persona. Perché non…

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Antares

Originally posted on All'orizzonte prendo figura:
Qualcuno mise il naso qui dentro, con la speranza di trovar parole fuori posto, poesie non autorizzate, piccoli racconti capaci di disturbare la morale civica. Fortunatamente, giunse troppo presto. Tra un passaggio d’alte…

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

L’aroma

Il varco su di un mondo severo lascia pensierosi anche i migliori. “Trecento metri”, mi avevi detto, e abbiamo cominciato quasi subito a salire, ignorando una traccia invitante ma giudicata ingannevole. Salire: bisogna salire. Inerpicandoci per passaggi rocciosi e cenge … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Campanellino

Di ritorno, un campanellino diviso dal suono per un pennello. Di nuovo, l’ermafrodita speranza a mulinello intorno all’apice e allo scacco.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Fuga

Chiunque nasce a morte arriva nel fuggir del tempo; e ‘l sole niuna cosa lascia viva. Andavo rigirando tra le dita la poesia che Ettore mi aveva consegnato, con fare un poco misterioso. Un sonetto di Michelangelo, aveva aggiunto. Sapeva … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Al poeta impeccabile

“Al poeta impeccabile”. Recita così la dedica di Baudelaire a Gautier, aprendo quelle poesie malsane. Impeccabile sta per inappuntabile, perfetto. Ma anche lontano dal peccare. E’ questo significato che mi bloccò sulla soglia dei celebri versi, tanti anni fa, impedendomi … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Anima

L’infanzia non seppe parlare la lingua appresa tardi. E tacque. Al Chaos secondo figura io preferii le linee di confine, i margini, gli orli. Il baratro si era fatto gentile, in compagnia dell’accaduto. Vi faceva capolino il futuro, sornione. Anima … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento