Giorni

Ed ecco, io ve lo confesso, i giorni sono passati. Mi verrebbe da dire: tutti uguali. Ma non è vero. Perché non ne ricordo l’avvicendarsi, non saprei dire quando è salito a respirare l’ultimo scoglio. Così, posso soltanto dirvi che sono passati, che un treno con tanti vagoni ha battuto le traverse delle rotaie. Non aveva partenza, né arrivo. Ci fate mai caso, vero, che i convogli passano e basta? E che non portano niente, perché niente ci è dato vedervi.

I convogli ferroviari, specie nelle notti, sono cumuli di tempo che viaggiano senza testimoni.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Giorni

  1. EnzoRasi ha detto:

    Passiamo tutti, siamo tutti passati. Qui qualcosa resta, da te o da me…da noi in generale. Ho riaperto questo mio blog e lo comunico agli spettatori, tutti quelli incrociati in questi anni. Solo questo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...