Anima

L’infanzia non seppe parlare la lingua
appresa tardi. E tacque.
Al Chaos secondo figura
io preferii le linee di confine,
i margini, gli orli.

Il baratro si era fatto gentile,
in compagnia dell’accaduto.
Vi faceva capolino il futuro, sornione.

Anima mia, spalanca il tempo e l’appello.

DSC_0064

(immagine, Francesco Dal Corso, monte Grappa)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...