L’alba

S’insinua, lenta e magnifica, fino alle estreme propaggini del mio sonno.
Diluvia un canto che sommerge se stesso, non appena cerco di ascoltarlo.
Non tollera di essere posseduta, ma respira con l’ampiezza di mille foreste.
E poi si gira, respingendomi nell’incoscienza.

L’alba cede il posto al cuculo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a L’alba

  1. poetella ha detto:

    che suggestione.
    Sembra un olio di Turner.

  2. solounoscoglio ha detto:

    non capisco niente di poesia, ma so riconoscerla… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...