Coriandoli

C’è qualcosa di tremendo e al tempo stesso estremamente affascinante nei coriandoli. Da piccino soffrivo per il loro esser gettati e facevo tutto quanto era in mio potere per salvarne almeno un mucchietto. Un mucchietto di sopravvissuti alla catastrofe.

E poi, un giorno non lontano, incrociai lo sguardo di una bambina che sapeva la stessa cosa che sapevo io. E non poterla rassicurare, nonostante tutta la mia inventiva di attore: lo scacco di un periodo di lutto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Coriandoli

  1. Luna ha detto:

    Guardare i piccoli avvenimenti della vita e cercare di salvarli … 😀

  2. intesomale ha detto:

    Io adoro le cose che scrivi

  3. efeso32 ha detto:

    Ti sto leggendo con estrema attenzione e grande godimento: a me i complimenti hanno sempre fatto un cattivo effetto e comunque mi imbarazzano oltre ogni dire (quelli pubblici in specie). Se un giorno il cartaceo verrà spodestato dal virtuale tu con quello che scrivi dovresti avere un posto in prima fila. In genere la sintesi non va di pari passo con la qualità letteraria e resta solo l’impatto emotivo dell’aforisma che scema presto; qui è diverso, leggerti mette voglia di scrivere. non mi capita spesso.

  4. solounoscoglio ha detto:

    il fascino discreto della rassegnazione.

  5. deborahdonato ha detto:

    da bambina li gettavo e poi li raccoglievo.

  6. allorizzonte ha detto:

    L’ha ribloggato su All'orizzonte prendo figurae ha commentato:

    Scoprire che vi è qualcuno che legge, a voce alta, ciò che si è scritto a salvezza di un pomeriggio d’inverno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...