Nuca

Il mondo si era fatto opaco, e aveva cominciato a erodere il mio viso, poco alla volta, partendo dalla punta del naso.
Spostai ciò che restava della mia inerzia fino alla nuca, fino al punto da cui il mio spirito fosse in grado di spiccare il volo e allontanarsi lungo la linea d’ombra.

Seguii un ricciolo e mi affidai all’irruenza delle linee rette.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Nuca

  1. bakanek0 ha detto:

    Avrei detto più irruente il ricciolo…

  2. menteminima ha detto:

    Da un paio di mesi ho liberato i miei riccioli e ora mi sento meglio.
    Non c’entra un fico con il tuo post che è proprio bello.
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...