Bosco d’autunno

Il bosco, d’autunno, assomiglia ad un vecchio signore che guarda con il cipiglio di anni fattisi sprezzo. Eppure non è impossibile scorgere la piega del labbro, sotto ai baffi folti; è vano nascondere il sorriso, nell’ascoltare il canto di un fanciullo.
E’ a quel punto che egli si apre, lasciando un brano di cielo tra le braccia dei viandanti.

Di lontano, oltre i balzi delle colline, c’è una donna a braccia conserte.
“Che ne sarà di loro?” pensa, tornando al giorno in cui perdette il ritorno.
“Era un’altra fiaba e nemmeno sapevano raccontarla bene”.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Bosco d’autunno

  1. api ha detto:

    un bel brano, si. oggi mi era necessario.

  2. blue ha detto:

    nell’abbraccio delle chiome il conforto alla malinconia….

  3. Pingback: SABATOBLOGGER 15 – I blog che seguo | intempestivoviandante's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...